Il nuovo visual album dei Modeselektor

Il nuovo visual album dei Modeselektor

Musica ma anche sperimentazioni artistiche, il nuovo album “Extended” dei berlinesi Modeselektor è un lavoro che raggiunge tutti i sensi.

Uscito lo scorso venerdì 9 aprile su Monkeytown Records con 27 tracce, “Extended” è anche la colonna sonora del nuovo documentario diretto da Krsn Brasko “Work”. Ma andiamo per ordine. Il duo di Berlino è composto da Gernot Bronsert e Sebastian Szary e sono due dei maggiori esponenti di quella che viene definita “Intelligent Dance Music” (IDM), con sperimentazioni che vanno verso anche la Glitch e l’Electro più convenzionale. Per dare una definizione di IDM possiamo prendere in prestito la definizione data dalla Warp Records che la definì come “musica elettronica d’ascolto”, inizialmente. Infatti il genere si caratterizza come prettamente sperimentale, ricco di complicazioni e virtuosismi ritmici e sonori, dove è difficile individuare un ritmo ben definito. Tra gli artisti più noti vale la pena menzionare sicuramente Apex Twin.

Le tracce del nuovo album “Extended” hanno la struttura di un mixtape ed al progetto hanno partecipato anche Jackson & His Computer Band e il vocalist Paul St Hilaire. Un flusso che spazia da una techno più accentuata in “Mean” a qualcosa di più lento e mistico come in “Movement”. Gli ultimi due brani, “Lockdown” e “Devotion Is Such A Strong Word” sono un chiaro riferimento al difficile anno passato, con il tentativo di far rinascere la speranza attraverso la musica.

Ma come già vi abbiamo detto, il progetto non si esaurisce qui. Infatti l’album è anche la colonna sonora del lungometraggio intitolato “Work”, con al centro il ballerino e coreografo statunitense Corey Scott-Gilbert, sotto direzione creativa di Krsn Brasko e Tobias Staab. In questo hangar oscuro, con solo due barili come oggetti scenici e qualche pietra, Gilbert si lancia in una danza vorticosa che sembra portare in un’altra dimensione. Il progetto è stato condiviso in streaming su Arte (il canale europeo dedicato alla cultura) dal 9 aprile.

Speriamo che questo viaggio ai confini della musica vi sia piaciuto!

Alla prossima!